Coniglio - l'alimentazione

Per prima cosa è importante sottolineare che il coniglio è un erbivoro stretto, in natura si ciba di erba fresca, erba secca e occasionalmente di verdure selvatiche o frutta. Un coniglio che vive allo stato brado non si ciberà mai di semi o cereali, non fa parte della sua natura.


La maggior parte dei mangimi mix venduti nei negozi per animali sono totalmente inadatti all'apparato digerente del coniglio e non aiutano la limatura naturale dei denti causando gravi problemi come malocclusioni o blocchi intestinali e favoriscono l'obesità dell'animale.


L'alimentazione corretta di un coniglio tenuto in cattività è:


- fieno (sempre disponibile, verde e profumato, favorisce la limatura dei denti e la regolare attività intestinale dei conigli)
- verdure (circa 150/200 gr per ogni kg di peso, lavate, asciugate ed a temperatura ambiente)
- frutta (poca e solo due volte a settimana perchè ricca di zuccheri e favorisce l'obesità)
- pellet d'erbe pressate (non indispensabile e mai più di un cucchiaio da cucina al giorno)


Se avete appena comprato o adottato un coniglietto alimentato a mangimi mix è importante cambiare le sue abituadini alimentari con gradualità.


Innanzitutto sostituite il prima possibile il mangime mix con un buon pellet d'erbe pressate (marche consigliate: Oxbow e  Bunny per i cuccioli, per gli adulti va benissimo anche Pincky dalla Grana, Zupreem e Genesis). Lasciate sempre disponibile una ciotolina di mangime mix miscelato con del pellet (diminuite le quantità di mix nei giorni successivi fino ad eliminarlo del tutto), tantissimo fieno e dell'acqua fresca, mai fredda di frigorifero.


Dopo qualche giorno il coniglietto si sarà abituato al nuovo pellet e potrete inserire le prime verdure.


L'inserimento delle verdure dev'essere effettuato in modo molto graduale per evitare scompensi intestinali.


E' preferibile cominciare l'inserimento da verdure asciutte come le foglie di sedano o le cime di finocchio. Lasciate passare due o tre giorni tra l'inserimento di una verdura e l'altra per dare la possibilità al coniglio di abituarsi ai nuovi cibi.


Dopo qualche giorno potete inserire i gambi di sedano o il finocchio vero e proprio e poi procedere con l'inserimento del resto delle verdure.


Come già detto le verdure sono importantissime per il mantenimento dei conigli in cattività perchè fanno le veci dell'erba fresca, mantengono l'equilibrio intestinale e favoriscono la limatura dei denti.


Le verdure adatte ad un coniglio nano possono essere divise in 2 categorie: verdure da dare ogni giorno e verdure da somministrare con parsimonia.


Verdure da dare ogni giorno:
- sedano
- finocchio
- catalogna
- tutte le insalate amare (cicoria, indivie, radicchi, catalogna, belga, scarola, ecc)
- peperoni (solo rossi e gialli, facendo attenzione ad eliminare i semi e le parti verdi)
- zucca (eliminando i semi)
- zucchine (solitamente poco apprezzate)


Verdure da somministrare saltuariamente:


- carote (da non dare troppo spesso, contengono troppi zuccheri e sono eccessivamente pesanti per il fegato)
- alfalfa o erba medica (ricca di ossalati di calcio, è consigliata per i cuccioli, per le coniglie gravide o in allattamento ma per gli altri esemplari è da dare con parsimonia)
- basilico (ricco di ossalati di calcio)
- coste (ricche di ossalati di calcio)
- broccoli (ricco di ossalati di calcio. Causano fermentazione e gas intestinali)
- cavoli e cavolfiori (ricchi di ossalati di calcio. Causano fermentazione e gas intestinali)
- cime di carota (ricche di ossalati di calcio)
- menta (ricca di ossalati di calcio)
- prezzemolo (ricco di ossalati di calcio)
- rape (ricche di ossalati di calcio)
- ravanelli (ricchi di ossalati di calcio)
- rucola (ricca di ossalati di calcio)
- spinaci (ricchi di ossalati di calcio)
- tarassaco (ricco di ossalati di calcio)
- trifoglio (ricco di ossalati di calcio)
- verza (ricca di ossalati di calcio)
- cetriolo (ricco d'acqua, in conigli non abituati può causare diarrea)
- pomodoro (ricco d'acqua, in conigli non abituati può causare diarrea. Non somministrare le parti verdi)
- lattughe, in particolare l'Iceberg (sono zuccherine e ricche d'acqua, in conigli non abituati può causare diarrea. Causa fermentazione e gas intestinali)
- verze (causano fermentazione e gas intestinali)


Nell'alimentazione del coniglio può essere inserita anche della frutta fresca ma in piccole quantità e solo due volte alla settimana.


I semi ed i noccioli vanno eliminati perchè contengono sostanze tossiche.


Frutta commestibile:


- ananas
- arancia
- anguria
- banana
- ciliegie (senza nocciolo)
- fragole
- mandarino
- mela (senza semi)
- melone
- mirtilli
- pera (senza semi)
- pesca (senza nocciolo)
- kiwi
- uva (senza semi)


E' possibile dare al coniglietto 2/3 chicchi di uvetta secca come premio quando si comporta bene.


Spesso sentiamo dire che il pane secco aiuta la limatura dei denti. Questa credenza è del tutto errata.


Il pane secco oltre a causare blocchi intestinali, si scioglie e si impasta con la saliva quindi è totalmente inutile per la limatura dei denti.
I denti vengono limati grazie ai cristalli di silice contenuti nell'erba fresca ed alla masticazione prolungata che comportano fieno e verdure.


Altri alimenti da evitare sono:


- mangimi mix, granaglie "per conigli"

- aglio e cipolle (Sia l'aglio che la cipolla vengono sconsigliati perchè causano anemia emolitica, distrugge i globuli rossi. La cipolla nei conigli inoltre ha effetti immunodepressivi e causa problemi ai reni)
- legumi
- melanzane (contengono solanina che è tossica)
- patate, nemmeno la pianta e foglie (contengono troppo amido, inoltre la pianta è una solanacea e contiene solanina)
- funghi
- verdure cotte o surgelate
- latte, latticini, carne e tutti i derivati animali (provocano problemi a reni e fegato)
- pane, pasta e cereali (provocano blocchi e altri problemi intestinali)
- snack per roditori e conigli (contengono miele, semi e frutta disidratata)
- cioccolato (è tossico)
1 Response
  1. Anonimo Says:

    il coniglio nano può mangiare la cicoria cinese?


'Rosicchiamo tutti Insieme' è uno spazio originale e protetto da copyright. Gli scritti e le fotografie sono di proprietà delle autrici e non è permesso copiarli per utilizzarli altrove. E' consentito invece ridistribuirli inserendo direttamente il link dell'articolo desiderato.